Dino Musmarra

Professore Associato
Dipartimento di Ingegneria Civile, Design, Edilizia e Ambiente

Nato a Napoli il 12/05/1959, laureato con lode in Ingegneria Chimica presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Chimica presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.  È professore associato di Impianti Chimici (SSD Ing-Ind/25) presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Design, Edilizia e Ambiente della SUN per il quale svolge attività di docenza nei corsi di: “Ingegneria Chimica Ambientale – Tecnologie per il controllo dell’inquinamento”, “Trattamento dei rifiuti solidi”, “Bonifica dei siti contaminati”, “Trattamento degli effluenti gassosi”. Ricopre, inoltre, il ruolo di coordinatore e responsabile scientifico del gruppo di ricerca Innovative Technologies for Environment Protection from Pollution and Sustainable Resource Use – InnoTEP. Dal 2000 a oggi è stato responsabile scientifico di più di 10 Progetti di ricerca, internazionali e nazionali,  finanziati, tra cui un Progetto PON Ricerca e Competitività 2007-2013 dal titolo: “Dispositivo Mobile per Desorbimento Idrocarburi (DI.MO.D.I.)” (ID progetto: PON01_00599), con importo di 5.038.797,00 €.

Il prof. Dino Musmarra è coordinatore dell’unità SUN in diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali tra cui due progetti FET – Horizon 2020, il primo dal titolo An Innovative Method for  Improving the Structural Integrity using SMA Revolutionary Technology – InnoSMART (ID Progetto: 664892), con importo di 2.578.386,00 € ed il secondo dal titolo Hybrid Electric Energy Integrated Cluster concerning Renewable Fuels – HELENIC-REF (Project ID: 665318), con importo di 1.995.113,00 €. Il prof. Dino Musmarra è, inoltre, responsabile scientifico di molteplici convenzioni del Dipartimento di afferenza con enti locali, organizzazioni territoriali e aziende. Il prof. Dino Musmarra collabora attivamente con centri di ricerca e atenei stranieri in progetti di ricerca nell’ambito della produzione di combustibili alternativi, materiali a memoria di forma, miglioramento della qualità dell’aria e riduzione dell’emissione di gas serra in ambienti urbani, tecnologie avanzate per la depurazione delle acque. A tutt’oggi ricopre l’incarico di Direttore della Scuola di Alta Formazione in “Sicurezza sul Lavoro” (SUN). Negli ultimi anni è stato Direttore del Master in Ingegneria della sicurezza (SUN) e Responsabile Scientifico del polo didattico di Grottaminarda (Av) della Scuola di Alta Formazione in Sicurezza sul Lavoro (SUN).

Ha pubblicato oltre 250 articoli su riviste internazionali e in atti di convegni nazionali e internazionali, affrontando svariate tematiche tra cui trasferimento di materia e calore in letti fluidizzati gas-solido, assorbimento gas-liquido, dissoluzione di solidi, cinetiche di reazione, interazione fra cinetica e assorbimento, cristallizzazione, adsorbimento, fluidizzazione. Nel corso degli ultimi anni ha avviato nuove linee di ricerca, sempre nell’ambito delle problematiche ambientali e relative al trattamento di rifiuti solidi, reflui liquidi con tecniche di ossidazione avanzata, flussi reattivi in ambienti naturali non confinati, tecnologie per la bonifica di siti inquinati, produzione di combustibili alternativi e gassificazione di biomasse.

incondizionatamente, ci sono molti aspetti che probabilmente pensare di aiutare sanitaria. Far-famed sono rimedi che vengono utilizzati per ridurre la febbre causata da crampi, ecc vi sono diversi rimedi per curare l’impotenza maschile. Se state pensando di Che cosa è il Cialis generico, è forse desidera studiare circa . Qualcuno ti ha detto di “”? Un sacco di farmacie lo descrivono come “”. In generale, avendo difficoltà a raggiungere l’erezione può essere sconcertante. Qualsiasi droga può influenzare il modo in cui altri farmaci funzionano, e di altri farmaci possono influenzare il modo in cui si tratta di opere, causando effetti partito pericolosi. Seguire le indicazioni per l’uso sulla vostra etichetta di ricetta.

Socials